Stanotte ho fatto molto tardi. Sono andato a veder suonare “La linea del pane”,  e alla fine prima delle 2 e un quarto non abbiamo lasciato il Granaio di Settimo Milanese. Non che fosse importante dirlo, ma così gli faccio anche pubblicità.

Corriere-rotativa-2Ad ogni modo accompagno la mia ragazza a casa, e all’alba delle 2.40 finalmente rincaso. Davanti all’ascensore incontro un uomo, sui 35 anni, filippino. In mano un enorme pacco di giornali. Timidamente gli chiedo: “Sei tu l’uomo dei giornali?” e lui, ancora più timido mi risponde di sì. Allora gli racconto che in 15 anni che ricevo il Corriere della Sera a casa, non ho mai visto la consegna. Lui mi sorride e mi spiega che in 20 anni che fa quel lavoro, sono sì e no la terza persona che incontra avendo la certezza che la mattina dopo leggerà il suo giornale. Gli chiedo per quante ore lavora, la notte, e mi dice che lavora per 7 ore, come tutti, e che tutto sommato non è male, perché guadagna bene, ha una famiglia e riesce a tornare a casa una volta all’anno. E che poi legge il giornale tutti i giorni, e questo lo aiuta a imparare l’italiano meglio.

Ci salutiamo e io entro col giornale, consegnato per una volta a mano dal signore dei giornali, e vado a dormire.

Ripensandoci oggi, penso che quell’uomo è la risposta. Perché guarda il lato positivo delle cose. Fa un lavoro che nove decimi dei milanesi non farebbe mai. Entra ogni notte nelle case di migliaia di persone, così silenzioso che nessuno si accorge mai di lui. Lascia giù il giornale e se ne va. Lo trovo magnifico, un magnifico esempio positivo. Un uomo che chiaramente fa il suo lavoro, lo fa volentieri e che affronta i difetti di quel lavoro, gli orari in primis, come una conseguenza collaterale ma sopportabile. Gli interessa di più avere una vita dignitosa, che pretendere di appartenere alla massa. Altrimenti non farebbe il lavoro che fa.

D’altro canto, cos’è più dignitoso: l’uomo che viene di notte a portare i giornali, o quello che vive nell’eterna attesa del prossimo aperitivo, con la pretesa di essere notato e che prima o poi tutto si trasformi nella casa del Mulino Bianco?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...